Come migliorare la seo con il markup di schema.org

Tra le ultime novità nel mondo Seo troviamo l’utilizzo dei dati strutturati tramite schema.org.

Sei hai bisogno di ottimizzare il tuo sito web per i motori di ricerca schema.org può essere un ottimo alleato.

Vediamo insieme ai ragazzi di Infloweb (https://www.infloweb.it) una web agency di Firenze che offre servizi Seo per il posizionamento sui motori di ricerca

Questo tipo di ottimizzazione offre moltissimi vantaggi ma è tra le meno utilizzate attualmente.

Grazie a schema.org potrai potenziare il tuo sito web e ottimizzarlo al meglio per i risultati nella pagine di ricerca (serp)

Dopo aver compreso il concetto e il metodo di markup dello schema, è possibile potenziare il sito Web nelle pagine dei risultati dei motori di ricerca (SERP).

Vediamo assieme come implementare schema nel tuo sito web e a vantaggio del tuo business online.

Cos’è il markup di schema

Il markup di schema.org è un codice che indica un vocabolario semantico utilizzato nei siti internet per aiutare i motori di ricerca a capire i concetti legati alle pagine web e a restituire risultati più informativi e utili per gli utenti.

Per capire meglio in cosa consiste il markup di schema basta pensare ai rich snippet

In sostanza questo markup si occupa di dire ai motori di ricerca qual è il significato dei tuoi contenuti e non solamente cosa dicono.

Normalmente un contenuto di un sito web viene indicizzato dal motore di ricerca e dopo che l’utente ha effettuato una determinata query viene restituito nelle serp.

Ma utilizzando il markup di schema una parte di quel contenuto viene indicizzato e restituito in modo differente.

Per esempio se all’interno di un articolo inseriamo la parola brad pit, il motore di ricerca vedrà quella parola e la riprodurra in serp al momento della query.

Ma se andiamo a legare la parola brad pit utilizzando il markup corretto attorno ad essa il motore la vedrà come un’entità con delle determinate proprietà.

Infatti se cerchiamo brad pit all’interno del motore di ricerca possiamo vedere che la SERP è ben diversa da base. Infatti il motore ha capito che brad pit è una persona, che fa l’attore e ci fornisce tante informazioni sulla sua vita, carriera, film ecc.

Come definiscono i dati strutturati in schema.org

La maggior parte dei webmaster ha familiarità con i tag HTML sulle loro pagine. Di solito, i tag HTML indicano al browser come visualizzare le informazioni incluse nel tag. Ad esempio, <h1 > Avatar <h1> indica al browser di visualizzare la stringa di testo “Avatar” in un formato di intestazione 1. Tuttavia, il tag HTML non fornisce alcuna informazione sul significato di quella stringa di testo: “Avatar” potrebbe fare riferimento al film 3D di grande successo o potrebbe fare riferimento a un tipo di immagine del profilo e ciò può rendere più difficile il lavoro dei motori di ricerca per visualizzare in modo intelligente contenuti pertinenti per un utente.

Il markup dello schema utilizza un vocabolario semantico unico in formato microdati e json.

Per utilizzare il markup non è necessario apprendere nuovi linguaggi di programmazione in quanto schema.org è appunto un semplice codice di murkup.

Le pagine che utilizzano schema.org sono ovviamente fatte in normale html, css e js.

Il lavoro di implementazione di schema.org consiste nell’aggiungere il codice che rappresenta il nostro vocabolario semantico ai microdati html.

La storia di schema.org

Il murkup di schema.org è stato progettato e creato dalla collaborazione fra Google, Bing e Yahoo.

Anche se concorrenti fra loro, con la predominanza ovvia di google, i più grandi motori di ricerca si sono accordati su questo progetto comune per migliorare il web e renderlo appunto più semantico.

Per i seo o per i proprietari di siti web che vogliono emergere nelle ricerche di google avere un unico codice univoco è sicuramente un grande vantaggio e permette di implementarlo in tutta sicurezza ottenendo il massimo risultato.

Quello che abbiamo, quindi, è un insieme concordato di marcatori di codice che dice ai principali motori di ricerca cosa fare con i dati sul tuo sito web.

Il markup dello schema è stato inventato per gli utenti.

Questo markup è stato proprio pensato per agevolare gli utenti.

Quando un sito Internet ha implementato il markup di schema.org, gli utenti possono vedere direttamente in SERP gli argomenti trattati dal sito, dove si trovano, cosa fanno, prezzi e molte altre cose.
Come abbiamo già detto è un miglioramento incentrato sull’utente.

Perché è così importante.

Il markup dello schema può aiutare a posizionarsi meglio in serp? Anche se non ci sono delle dichiarazioni ufficiali, in base alla nostra esperienza possiamo affermare che utilizzare i dati strutturati di schema.org può essere un bel vantaggio competitivo. Esistono markup di ogni tipologia e fra i più usati troviamo:

  • Articles
  • Local businesses
  • Restaurants
  • TV episodes and ratings
  • Book reviews
  • Movies
  • Software applications
  • Events
  • Products

Esistono centinaia di tipi di markup: dai negozi di giocattoli ai dentisti

Se hai qualsiasi tipo di dati sul tuo sito Web, ci sono buone probabilità che abbia un ambito e un tipo di elemento associati .

I siti Web che utilizzano il markup dello schema si posizioneranno meglio nelle SERP rispetto alle aziende senza markup.

Uno studio ha stabilito che i siti Web con markup classificano in media quattro posizioni in più nelle SERP rispetto a quelli senza markup dello schema.

Anche se non è del tutto chiaro che questo risultato più elevato sia dovuto solo al markup, c’è ovviamente qualche correlazione.

Al momento, un terzo dei risultati di ricerca di Google incorpora rich snippet, che include markup dello schema.

Tuttavia, secondo recenti ricerche, meno di un terzo dei siti Web utilizza il markup di schema.org.

In sostanza possiamo dire che milioni di siti web stanno perdendo un’ottima occasione per incrementare il traffico organico e le potenzialità del proprio sito internet.

Utilizzando il markup di schema.org potresti avere un grande vantaggio competitivo rispetto alla concorrenza.

Come utilizzare il markup di schema.org

Ora parliamo di come utilizzare il markup dello schema.

Ricordiamoci sempre che l’obiettivo è ottenere un miglior posizionamento sui motori di ricerca, avere un risultato in serp che attiri l’attenzione dell’utente e sbaragliare la concorrenza.

Se ti chiedi perchè è importante avere più visibilità online ti consiglio di leggere questo articolo

Il markup di schema.org può aiutarci in tutti questi obiettivi.

I passaggi per utilizzare schema.org

  1. Vai all’assistente per il murkup dei dati strutturati di Google
  2. Seleziona il tipo di dato strutturato che vuoi realizzare.Come potrai vedere sono elencate diverse opzione ma non tutte quelle possibili. Infatti queste sono quelle maggiormente utilizzate se hai bisogni specifici sarà necessario andare sul sito di schema.org, leggere la documentazione e realizzare a mano il tuo markup.
  3. Incollal’URL della pagina o dell’articolo che si desidera contrassegnare.
  4. Se hai solo HTML, puoi invece incollarlo. Quindi, fai clic su “Inizia codifica”.La pagina verrà caricata nello strumento di markup e ti fornirà lo spazio di lavoro per la fase successiva di markup: taggare gli elementi. Vedrai la tua pagina web nel riquadro a sinistra e gli elementi di dati nel riquadro a destra.
  5. Evidenzia e seleziona il tipo di dato da contrassegnare con il markup.
    Esempio se hai il contenuto di un articolo, devi evidenziare il nome dell’articolo per aggiungere il markup “Nome”. Al termine dell’evidenziazione, seleziona “Nome” dalla descrizione comandi.
    Una volta selezionato ad esempio “Nome”, lo strumento lo aggiunge a “Elementi dati” nel riquadro a destra.
  6. Continua ad aggiungere elementi di markup.
    Utilizza l’elenco di elementi di dati come guida ed evidenzia gli altri elementi nel proprio articolo per aggiungerli all’elenco di markup. Probabilmente non sarai in grado di taggare tutti gli elementi dell’elenco. Aggiungi solo quello che puoi.
  7. Creare l’HTML.
    Al termine, fai clic su “Crea HTML”.Nella pagina seguente, vedrai l’HTML della tua pagina con i relativi microdati inseriti negli spot che hai selezionato.
  8. Aggiungi markup dello schema alla tua pagina web.
    Dopo aver creato il markup di schema.org andrai sul tuo sito o nel tuo CMS e aggingerai i vari snippet evidenziati nei punti giusti.
    Trova i marcatori gialli sulla barra di scorrimento per trovare il codice di markup dello schema.Una semplice alternativa è scaricare il file HTML generato automaticamente e copiarlo / incollarlo nel CMS o nel codice sorgente.Quando fai clic su “Fine”, ti verrà presentata una serie di “Passaggi successivi”.
  9. Utilizzare lo strumento di test dei dati strutturati per scoprire l’aspetto della pagina con il nuovo markup.
    Una volta incollato il codice, faccio clic su “Anteprima”. Lo strumento di test mi mostra come apparirà l’articolo nei risultati di ricerca di Google:
    Inoltre, potrai controllare ogni elemento di markup che è stato aggiunto aggiunto.Se necessario, posso modificare l’HTML direttamente nello strumento di test per aggiornare il markup e visualizzare nuovamente l’anteprima dei risultati.

Suggerimenti sull’utilizzo del markup dello schema.

Lo scopo di questo articolo era quello di iniziare a utilizzare i dati strutturati di schema.org

Vediamo alcuni suggerimenti che possono facilitare il lavoro.

Esistono altri strumenti che ci permettono di generare il codice per il markup di schema.org

Fra tanti quello che mi sento di consigliarvi è sicuramente https://technicalseo.com/tools/schema-markup-generator/

Trova i markup più utilizzati

Schema.org fornisce un elenco dei tipi più comuni di markup utilizzati.

Puoi visitare la pagina Organization of Schemas per vedere questo elenco. Scopri i tipi più adatti alla tua attività.

Trova tutti i tipi di schema di cui hai bisogno.

Come già anticipato in questo articolo esistono moltissimi tipi di markup. Per ottenere l’elenco completo, visita The Type Hierarchy . Questo elenco principale fornisce la maggior parte dei tipi di markup disponibili.

A cosa mettere il markup

Le istruzioni di Schema.org spiegano chiaramente : “su più contenuti esegui il markup , meglio è”.

Dovresti contrassegnare solo il contenuto visibile alle persone che visitano la pagina Web e non il contenuto in div nascosti o altri elementi di pagine nascoste”.

Schema.org è l’ora di implementarlo
Anche se implementare schema.org è molto semplice ancora oggi è una delle pratiche meno utilizzate e moltissimi siti web non includono questo markup lasciandosi sfuggire un ottima occasione.

Quindi non aspettare e implementati subito.