Come posizionarsi sui motori di ricerca?

come fare per posizionarsi con il proprio sito

Chiunque abbia un sito sa che c’è una vera e propria domanda fondamentale da porsi per poter avere del traffico online: come posizionarsi bene sui motori di ricerca?

Un buon posizionamento su Google e sugli altri motori di ricerca è il primo passo da fare per farsi conoscere online e per trovare dei nuovi clienti. Non si tratta di un lavoro semplice, anzi: questo risultato è spesso frutto di un lavoro di costanza, di anni, di aggiornamento e studio SEO per portare il proprio sito a scalare le SERP delle parole chiave interessate.

Per potersi posizionare in prima fila su Google e sugli altri motori di ricerca, non bisogna imbrogliare; Google si accorge subito se qualcuno gioca sporco. Bisogna giocare bene e secondo le regole, anche se qualche trucco può tornare utile.

Consigli utili ed efficaci

I consigli per posizionarsi sui motori di ricerca:

  • Indicizzare il sito: Bisogna indicizzare alla perfezione il sito nel database del motore di ricerca. Per fare ciò, è necessario effettuare dei controlli: verificare che non ci siano dei blocchi a livello di file robots.txt, che non ci siano blocchi per mezzo di meta tag no-index;
  • Scrivi bene i contenuti: La qualità dei contenuti è primaria e non secondaria. Google e gli altri motori ne tengono ampiamente conto nel valutare la qualità del sito;
  • Fare l’analisi delle parole chiave: Che parole chiave cercano davvero i tuoi potenziali clienti? Sono esattamente quelle che dovrai sfruttare per ottimizzare la struttura del sito. Ci sono alcuni strumenti molto utili che è possibile sfruttare per analizzare le keyword a tema: ad esempio keyword.io permette di trovare le parole chiave più cercate oppure SEMrush, che è ideale per trovare le keyword collegate;
  • Quali argomenti sono poco battuti? Sfrutta le lacune della concorrenza. Ci sono argomenti e temi che sono molto richiesti e per i quali c’è poca risposta? Approfittane per il tuo sito;
  • Bisogna essere autorevoli: Google ha affinato gli algoritmi per trovare i siti più autorevoli.  É risaputo ad esempio che, se si ricevono dei link in entrata da siti che sono ritenuti seri, di conseguenza anche il proprio sito verrà considerato autorevole dal motore di ricerca. Non puntare alla quantità di backlink ma alla qualità; essi devono essere attinenti al tema del sito e devono anche essere sempre seri e di ottima qualità. Se seguirai questa regola, Google ti posizionerà nei primi risultati di ricerca perché riterrà il tuo sito un sito di qualità per l’utenza;
  • Sfruttare bene title e description: Le meta informazioni della pagina sono importantissime. Scrivete Tag title e Meta description che siano in grado di catturare l’attenzione e che siano ottimizzate SEO;
  • Il sito deve essere accattivante e veloce: Google, nello scegliere con i suoi algoritmi quali siti mettere in cima alla lista, valuta anche la velocità e la performance del sito, nonché il fatto che esso sia mobile friendly e quindi idoneo ad essere aperto direttamente da smartphone e tablet. La grafica deve essere buona. In conclusione, Google guarda anche alla qualità ed alla velocità di apertura del sito.

Articoli correlati