Posizionamento SEO su Google: una mini guida alla SEO fai da te.

posizionamento seo guida

Scelta delle parole chiave, ottimizzazione SEO on page e link building: gli step fondamentali per un buon posizionamento su Google

Avere un buon posizionamento SEO su Google è davvero fondamentale per ogni tipo di attività, ma non sempre abbiamo il budget da dedicare all’assunzione di un esperto SEO o di un agenzia del settore. Fortunatamente viene in nostro soccorso la SEO fai da te, ovvero corsi di SEO che ci permettono di mettere in pratica, in prima persona, le operazioni necessarie a raggiungere un buon posizionamento su Google.

In questo articolo, dunque, ti illustrerò i passaggi fondamentali per un buon lavoro di SEO. Iniziamo col dire che i presupposti fondamentali per un buon posizionamento SEO su Google sono:

  • La scelta delle parole chiave;
  • L’ottimizzazione SEO on-page;
  • L’ottimizzazione SEO off-page o Link Building.

Ciascuno di questi passaggi è assolutamente fondamentale per riuscire ad arrivare alle prime posizioni: andiamo a vedere insieme in che modo.

La scelta delle parole chiave

La scelta delle parole chiave è fondamentale perché rappresenta le fondamenta su cui si baserà tutto il tuo lavoro di SEO. Queste, infatti, dovranno rappresentare l’intenzione di ricerca del vostro potenziale cliente, nella maniera più precisa possibile.

Per questa ragione è molto importante che le parole chiave su cui orienterai la tua scelta non siano parole chiave generiche, ma il più specifico possibile. Allo stesso tempo è fondamentale scegliere parole chiave con una bassa competitività ma con una buona media di ricerche mensili.

L’ottimizzazione SEO on-page

L’ottimizzazione SEO on-page rappresenta il secondo step all’interno del lavoro di posizionamento SEO su Google, e probabilmente il passaggio principale. Per ulteriori approfondimenti puoi leggere la guida SEO pubblicata dal sito https://jfactor.it/

Con una buona scelta delle parole chiave, infatti, questo può determinare da solo il raggiungimento della prima posizione per le keywords poco competitive.

L’ottimizzazione SEO on-page consiste, dunque, nella messa in pratica di tutte quelle operazioni di ottimizzazione di un sito web (come ad esempio migliorie sulla velocità di caricamento delle pagine, sulla navigabilità del sito internet da ogni tipo di dispositivo, sull’eliminazione di errori di codice, etc.) e nell’inserimento delle parole chiave in varie parti del sito (come ad esempio i contenuti testuali, i titoli, i sottotitoli, la meta description, i tag, i titoli delle immagini, dei video e dei contenuti multimediali in genere).

L’ottimizzazione SEO on-page, dunque, ha moltissima importanza nel lavoro di posizionamento SEO su Google e per questo richiede molto tempo, dedizione e attenzione.

La Link building

La link building rappresenta il terzo passaggio da mettere in pratica per migliorare il posizionamento su Google di un sito web, ma non è per questo meno importante. In questa fase, infatti, si accresce la popolarità di un sito web grazie all’inserimento di link su siti esterni che rimandino al tuo sito web.

Questo passaggio risulta realmente fruttuoso quando si tengono in considerazione i seguenti fattori:

  • I link vanno inseriti sempre in siti web attinenti e che parlino di argomenti affini al tuo. In caso contrario Google potrebbe penalizzare il link e otterresti, in questa maniera, il risultato opposto (il motore di ricerca, infatti, sa benissimo che è difficile che un sito di scarpe linki al sito di un grafico e viceversa);
  • Assicurati che i link non vengano inseriti dai webmaster in modalità nofollow. Questa modalità, infatti, impedisce ai crawler di seguire il link in questione rendendo praticamente vano l’inserimento dello stesso;
  • Cerca di ottenere link da siti autorevoli e che abbiano una loro importanza nel tuo settore di riferimento: questo farà aumentare l’autorevolezza del tuo sito web in maniera esponenziale.

Conclusioni

Abbiamo, dunque, esaminato i vari passaggi necessari a migliorare il posizionamento SEO di un sito web grazie alle tecniche di SEO fai da te. Ricordati, però, che è consigliabile acquistare un video corso che tratti la materia in maniera approfondita, così da seguire le linee guida che ti ho indicato ma trattando a fondo la materia.

Un lavoro approfondito, infatti, ti consentirà di guadagnare un buon posizionamento su Google e di mantenerlo nel tempo. Un lavoro non molto accurato, invece, potrebbe migliorare di poco il tuo posizionamento SEO ma richiederebbe comunque, dopo poco tempo, un nuovo lavoro sui principi fondamentali della SEO.

Fai molta attenzione, inoltre, ad evitare di essere penalizzato da Google. Se si fa SEO fai da te, infatti, purtroppo questo è un rischio in cui si incorre molto frequentemente. La chiave è tenere bene a mente le cose che bisogna evitare per non essere penalizzati, ma soprattutto non bisogna mai perdere di vista il destinatario finale del vostro sito web: l’utente in carne ed ossa.

Se piacerai all’utente in carne ed ossa piacerai sicuramente anche a Google, che migliorerà così il tuo posizionamento SEO. Al tempo stesso un sito ben fatto e interessante porterà il tuo cliente a rimanere sul tuo sito web e ad acquistare i tuoi prodotti o i tuoi servizi.

Articoli correlati