Indicizzazione sito Google: ecco come fare

indicizzazione google

Il segreto del successo di una pagina web è l’indicizzazione sito Google, ovvero il suo posizionamento nella SERP di un motore di ricerca. Quando cerchiamo qualcosa su Google questi ci restituisce una serie ordinata di siti; l’ordine che vediamo è determinato da diversi fattori sui quali è possibile lavorare per ottenere un posizionamento migliore e aumentare il traffico sul proprio sito.

Gli strumenti

Sono disponibili online e anche completamente gratuiti una serie di strumenti utili per occuparsi dell’indicizzazione sito Google. Si tratta di strumenti molto semplici ed intuitivi da utilizzare che forniscono tantissimo materiale sul quale lavorare e che permettono sia ai professionisti che a coloro che si affacciano per la prima volta in questo settore di riuscire a perfezionare la visibilità di un sito.

Tramite la Google Search Console, ad esempio, è possibile segnalare direttamente a Google la presenza di una pagina web che non risulta indicizzata. Una volta effettuato l’accesso è sufficiente inserire il link della pagina in questo e premere sul tasto Invia richiesta per ottenere l’indicizzazione sito Google. I tempi di attesa possono variare e non c’è la certezza matematica che tutto vada a buon fine, ma è un tentativo da fare utilizzando uno strumento messo a disposizione direttamente da Google.

Esistono poi gli Strumenti per Webmaster che però sono riservati a chi è in possesso di un sito internet. Anche in questo caso, dopo aver effettuato l’accesso, è sufficiente inserire il link del sito che si vuole indicizzare e aggiungerlo alla piattaforma. Dopo aver verificato e confermato la propria identità è sufficiente recarsi su Scansione, quindi Visualizza come Google e infine premere su Recupera.

Indicizzazione e posizionamento

Va ricordato che questi strumenti per l’indicizzazione sito Google servono a rendere visibile una pagina o un sito che su Google non compaiono, non a scalare le vette dei risultati di ricerca. Per riuscire in questa “impresa” bisogna lavorare molto, con determinazione e costanza, fornendo contenuti di qualità e pertinenti a quelli che sono gli argomenti trattati dal sito. Un ruolo fondamentale in questo senso lo giocano le parole chiave che devono essere inserite in maniera sensata e non con l’idea che sia sufficiente copiare una serie di parole a caso per ottenere traffico e, quindi, un cospicuo guadagno.

Gli algoritmi su cui si basa il funzionamento del motore di ricerca di Google sono stati perfezionati nel corso degli anni e tendono a punire chi utilizza questo spazio in maniera non corretta e a premiare invece quei siti che lavorano con serietà. Inoltre non bisogna dimenticare che non esiste un solo fattore che influisce sul posizionamento di un sito sulla SERP del motore di ricerca; sono diversi gli elementi che contribuiscono a questo scopo ed è bene conoscerli per saperli sfruttare a proprio vantaggio.

Il metodo sicuramente più vincente è quello della serietà e della chiarezza, senza voler trovare scappatoie che seppur apparentemente possono produrre un risultato positivo poi si rivelano per quello che sono: trappole molto pericolose che vanificano tutto il lavoro fatto e vengono penalizzate pesantemente da Google.

Articoli correlati