Come funziona Google Wallet

Come funziona Google Wallet

Sono diversi gli strumenti messi a disposizione di Google e tra quelli meno noti ma non per questo meno interessanti, troviamo sicuramente Google Wallet. Vediamo nel dettaglio di cosa si tratta, come funziona e quali sono i vantaggi di scegliere questa applicazione.

Un servizio per i pagamenti

Partiamo dallo specificare che Google Wallet è un’applicazione che permette di effettuare pagamenti in mobilità, ovvero completare transazioni finanziarie di piccola entità utilizzando semplicemente lo smartphone. Si tratta fondamentalmente di uno dei tanti servizi di questo genere, chiamati anche portafogli elettronici, realizzato da Google e che permette di avere denaro in tasca senza dover circolare con monete e banconote.

Le caratteristiche del servizio

Abbiamo definito Google Wallet uno dei tanti servizi per effettuare pagamenti in mobilità in quanto tra Paypal e simili la concorrenza è molto agguerrita. Anche per questo motivo è importante conoscere quali sono le caratteristiche messe a disposizione da Google Wallet e quali i vantaggi rispetto ai servizi concorrenti. Un primo punto a favore di Google Wallet è sicuramente quello di far parte dell’enorme ecosistema di Google; questo significa che non bisogna sottoscrivere altri abbonamenti, contratti, licenze o rivolgersi a fornitori sconosciuti, ma è sufficiente attivare il servizio che è già presente su qualsiasi smartphone con sistema operativo Android. Inoltre con questo servizio si possono pagare tutte le app e i servizi presenti all’interno del Play Store di Google.

Come tutti i portafogli elettronici con Google Wallet è possibile effettuare pagamenti nei negozi che accettano questo tipo di pagamento, semplicemente avvicinando lo smartphone al pos del centro dove si stanno effettuando acquisti. Per garantire la massima sicurezza Google ha disposto un servizio di monitoraggio h24 per controllare tutte le operazioni, sia in entrata che in uscita, per evitare qualsiasi tipo di frode.

In caso di furto o smarrimento dello smartphone è possibile bloccare l’app Wallet da remoto e impedire ad altri di utilizzare i propri soldi.

Non un semplice portafoglio elettronico

Google Wallet, al quale va aggiunto il più recente Android Pay, è un servizio che va oltre la “semplice” funzione di portafoglio elettronico. Infatti con questo strumento oltre alle carte di debito e a quelle di credito, si possono integrare anche le carte regalo, quelle fedeltà, quelle d’imbarco e i coupon di qualsiasi tipo, in modo da aumentare notevolmente la versatilità di quest’applicazione.

L’obiettivo di Google, sia con Wallet che con Android Pay, è quello di inserirsi in un mercato molto attivo e competitivo nel quale gli utenti di tutto il mondo cercano soluzioni semplici, ma sempre più complete ed efficienti. L’obiettivo è quello di ridurre, ma in alcuni casi anche di eliminare, il rischio di muoversi con del denaro contante, ma di massimizzare le funzionalità dello smartphone e di utilizzarlo sia per effettuare pagamenti ma anche per acquistare servizi. Ecco perché con Android Pay, ad esempio, si possono acquistare anche i biglietti dei mezzi di trasporto pubblici, in qualsiasi momento e senza alcun rischio per la propria sicurezza.

Il futuro dei pagamenti passa necessariamente da queste piattaforme e gli strumenti come Google Wallet sono essenziali sia per i privati che per i professionisti che necessitano di soluzioni smart, rapide e soprattutto affidabili.

Articoli correlati