Come andare in prima pagina Google: Spiegazione anche Per principianti

come arrivare in prima posizione su google

Ti stai chiedendo come andare in prima pagina Google, dopo aver provato tantissime tecniche SEO? In realtà esistono due metodi: in modo organico proprio grazie a quest’ultimo studio del settore, e con l’advertising a pagamento.

Al giorno d’oggi gli strumenti che favoriscono il posizionamento di un sito web, sono molteplici. Per arrivare primi su Google bisogna pianificare un lavoro, che potrebbe richiedere tanto tempo.

Posizionamento organico o a pagamento?

Esiste uno strumento chiamato Google Adwords. Ovvero un tool che ti permette di realizzare campagne pubblicitarie a pagamento e che con un buon lavoro, la possibilità di far finire il sito in prima pagina è davvero alta.

Ma conviene? Dipende. Ottenere traffico dal web è sempre un punto a nostro favore. Le campagne hanno un loro costo, quindi tra le varie opzioni il consiglio che ti do è quello di puntare soprattutto al posizionamento organico.

  • Posizionamento organico in prima paginaVantaggi: Benefici duraturi in un tempo a lungo termine, traffico mensile assicurato, introiti mensili quasi garantiti;Svantaggi: tempo per posizionare un sito molto lungo; dispendio di energia e denaro; eventuale possibilità di insuccesso; rischio di penalizzazione;
  • Posizionamento a pagamento in prima pagina con Google AdwordsVantaggi: Finire in prima pagina in poco tempo, tempi rapidi per lanciare una campagna; ricerche molto veloci per le keyword;
    Svantaggi: Più alta è la competitività maggiore è il costo; Budget elevato da avere a disposizione; Possibilità di non finire in prima pagina;

Utilizza più fonti di traffico

Fortunatamente con il passare del tempo, ci sono sempre più tool interessanti per aumentare il traffico e che allo stesso tempo ti aiutano ad andare in prima pagina Google. Un esempio sono le ADS di Facebook.

Funzionano un po’ come Adwords, con la differenza che gli studi del settore sono differenti, il pubblico anche e il lavoro di targhetizzazione è differente. Ma attraverso un social network, con una buona strategia a pagamento, puoi portare tanto traffico al sito web e renderlo sempre più autorevole.

Prima pagina Google: non solo vantaggi

Se è pur vero che la prima pagina su Google è una ambizione di tutti coloro che hanno un sito, è altrettanto vero che non tutti possono finirci.

Prima di lanciarti su un business online, ci sono dei punti da chiarire:

  • Quanta concorrenza c’è nel tuo settore?
  • Quanto budget hai per fare SEO o pubblicità online?
  • Hai fatto un’analisi per abbattere i tuoi competitors?
  • Definisci gli obiettivi da raggiungere;

Ma perché essere in prima pagina su Google non porta sempre vantaggi? Te lo spiego con un esempio pratico.

Ci sono dei siti, perlopiù e-commerce, che nonostante si trovino in sesta/settimana pagina sulla serp di Google, riescono a vendere un tantino di più rispetto a quelli situati in prima. Come fanno?

Sono aziende che hanno deciso di non dedicare troppo tempo e nemmeno investire tantissimo sul posizionamento del loro sito web, ma hanno deciso di puntare molto di più sui canali social, come Instagram e Facebook.

Questi sono successi rari, di aziende che hanno preferito investire sull’advertising sui social, piuttosto che pensare a come andare in prima pagina Google.

Abbattere la concorrenza

Pensa a quanti siti hanno la loro presenza online, quanti in prima pagina, in seconda, terza e perfino all’ultima. Perché il tuo sito, che sta nascendo adesso, dovrebbe essere primo rispetto agli altri?

Questa è una domanda provocatoria più che demoralizzante. Infatti dovrai cercare di distinguerti dalla concorrenza, i metodi per farlo ci sono, ma devi dare spazio alla tua creatività.

Se ad esempio vuoi realizzare un sito web dedicato alla moda o all’informatica, pensa ad un modo per poter distinguerti da quelli già esistenti. Se ci riuscirai, Google ti premierà e sarai sempre più autorevole per i suoi spider.

Trucchi SEO per finire sulla prima pagina di Google

Se nonostante i consigli accennati in precedenza, la tua intenzione resta sempre quella di apparire nella prima pagina di Google, allora potrebbero tornarti utile questi consigli e trucchi SEO che miglioreranno la tua visibilità online.

  • Ottimizza il nome del dominio: cerca di dargli un nome facile, che sia attinente al tema del tuo blog o sito web. Prova anche ad inserire in esso una keyword ben definita.
  • Inserisci la mappa del sito su Google: nel gergo tecnico del web marketing è conosciuta come Sitemap XML, quest’ultima dev’essere mandata a Google gratuitamente, grazie allo strumento per gli sviluppatori.
  • Anchor text: non sono altro che link, che rimandano ad altri articoli. In una pagina devono esserci abbastanza, e tutti devono avere un collegamento riportando la keyword o la long tail su cui vogliamo puntare.
  • Inserimento su Google Maps (per attività locali): inserire la propria attività su Google Maps, aumenta la possibilità di finire in prima pagina. Infatti gli utenti oltre a vedere la posizione esatta, potranno entrare sul tuo sito web, vedere gli orari d’apertura e chiusura, leggere le recensioni e trovarti prima di ogni altro.
  • Content is king: scrivi contenuti di valore, articoli che aiutano gli utenti a trovare una risposta diretta alle loro domande. Pochi giri di parole e più semplicità durante la spiegazione dell’argomento trattato.

Nonostante le strategie e i trucchi SEO svelati in questo articolo, ti sembra impossibile, difficile e hai ancora perplessità su come andare in prima pagina Google, allora ti consiglio di rivolgerti ad un professionista SEO.

O in alternativa puoi rivolgerti ad una web agency qualificata, che ti farà risparmiare un bel po’ di tempo, che impiegheresti per studiare le strategie e per applicarle in un secondo momento.

Articoli correlati