Siti Mobile Friendly: ecco le direttive di Google

Siti Mobile Friendly

La maggior parte delle ricerche e del traffico sui siti internet oggi deriva principalmente dai dispositivi mobile; anche per questo motivo è fondamentale avere siti Mobile Friendly. Di cosa si tratta? Quali sono le indicazioni di Google in materia? Vediamo cosa c’è da sapere.

L’utilità di avere siti Mobile Friendly

Anche e soprattutto in base al dato precedentemente riportato, ovvero come oggi la maggior parte delle visite ai siti internet proviene da dispositivi mobile (smartphone, tablet, eccetera) rispetto ai tradizionali pc, è chiaro che avere siti Mobile Friendly sia sicuramente un vantaggio.

Questo significa che il proprio sito web deve essere configurato in modo tale che accedendovi dallo smartphone esso sia chiaramente visibile, con il layout adatto, le immagini ridimensionate e lo scorrimento e il funzionamento del sito adeguato a quelle che sono le peculiarità e le esigenze di un dispositivo mobile.

Le indicazioni di Google

A ulteriore conferma di quanto detto c’è da registrare quelle che sono le indicazioni, ufficiali con tanto di comunicato, da parte di Google, per qui i siti Mobile Friendly saranno premiati a discapito di quelli che non sono ottimizzati. Questo significa che avere un dispositivo ottimizzato per i dispositivi mobili è utile anche per il posizionamento sui motori di ricerca; non avere questo tipo di attenzione significa scomparire nel giro di poco tempo dai radar di Big G.

Design responsibe o versione mobile dello stesso sito?

Disporre di siti Mobile Friendly, lo abbiamo più volte ripetuto, è una strategia vincente da seguire senza troppe riserve. Ciò che va valutato, e scelto, è quale tipo di soluzione adottare. Per avere siti Mobile Friendly si può scegliere un design responsive, per cui il sito è lo stesso sia nella versione mobile che quella desktop, con il medesimo indirizzo e lo stesso codice HTML e cambia solamente la visualizzazione in base al tipo di dispositivo e di display; oppure si può scegliere la versione mobile del sito che è distinta dal sito desktop e ha un codice HTML e una struttura del sito diversa in base al supporto di visualizzazione.

Pur non essendoci sostanziali preferenze dal punto di vista tecnico Google ha fatto sapere di prediligere le versioni con design responsive e il consiglio, in questi casi, salvo diverse esigenze, è quello di seguire le indicazioni del colosso di Mountain View.

Tra presente e futuro

Nel mondo digitale il passato, anche quello più recente, è distante anni luce e ciò su cui bisogna puntare le maggiori attenzioni è il presente e il futuro più immediato. Nel caso dei siti Mobile Friendly è bene concentrare le proprie energie e i propri investimenti puntando molto sulla semplicità, la chiarezza e la rapidità di caricamento e consultazione.

Le persone cercano info utili e le vogliono in tempi rapidi; meglio concentrarsi quindi sull’essenziale invece che inseguire chimerici design sicuramente affascinanti ma altrettanto pesanti e poco pratici per un dispositivo mobile. L’altro grande consiglio riguarda l’aggiornamento dei contenuti, permettendo a chi visita il sito di avere tutte le indicazioni più aggiornate su quelli che sono i servizi offerti e tutto ciò che c’è da sapere sull’attività svolta.

Articoli correlati